Giornata a Roma

Giornata a Roma organizzata all’improvviso, in fretta e furia… Resoconto finale?? B – E – L- L – I – S- S- I – M- A!!!
 
Assieme alla folle di Enza, sono partita alle 6:30 di questa mattina… Mamma mia che cazzo di sonno!! E se il buongiorno si vede dal mattino, ci dovevamo immaginare il resto della giornata.
 
Come al solito, sempre intente a chiacchierare (ma di cosa poi?? Sempre pensieri profondi, che ti verrebbe da dire: "accritv e sei a matin a dicere sti cos!!"), siamo arrivate a Roma, senza neanche accorgercene. Enza infatti candidamente, quando siamo quasi dentro la stazione Roma Termini, mi dice: "guarda sembra Roma!!"…. Ma dai!!
Saltiamo come molle dal sedile del treno e ovviamente ci lanciamo all’avventura…
Prima tappa: fontana di Trevi.
Faccio il tuttocittà della situazione (io che mi sperdo anche a casa mia- e faccio notare che è tre metri per tre!!). Siccome siamo turiste la cosa più ovvia che ci viene da fare è chiedere informazioni sulla strada alla gente, ma non avevamo tenuto conto di un piccolo particolare: Roma è piena di turisti!! Ovviamente quando chiediamo un’informazione, possiamo mai acchiappare il romano di Roma?? NO!! Spagnoli, tedeschi, veneziani, marziani, ma romani no!! La moria del romano!! In metro comunque ci facciamo elegantemente i cazzi di un ragazzo che era diretto con la sua dolce metà alla fontana di trevi, quindi appena usciamo dalla metro lo pediniamo!! E non siamo neanche capaci di far quello!! Lo abbiamo perso dopo due secondi!!
Cerchiamo di orientarci (hihi, ho fatto la battuta!!) tra le vie di Roma e nel tragitto incontriamo il tizio con i capelli rossi delle iene(vabbè il nome nn lo conosco: ma voi quanta gente con i capelli rossi conoscete alle iene??). Proseguiamo seguendo tutto fuorchè le indicazioni che ci impegnavamo a prendere durante il nostro cammino dalla gente multietnica che ci trovavamo davanti… Risultato?? Arriviamo alla fontana di trevi dopo un saaaaaaacco di tempo!! Foto e solito, classico lancio della monetina!! Chissà se è entrata nella fontana!!!
 
dopo il desiderio, la seconda tappa è piazza navona, dove io ero convinta ci fosse un mercato!! Ed ecco il primo pacco che lancio nella giornata!! Ovviamente chissà che cazzo di piazza ho visto con il mercato, di sicuro non piazza navona, che gli unici tendoni che c’erano erano quelli degli chalet-buco-in-petto, che popolavano piazza navona!!
Nel percorso verso piazza navona ci ritroviamo il pantheon!! Bellissimo e imponente: entriamo!! cerco di fare una foto alla famosa cupola, da dove entrava il fascio di luce solare, ma ovviamente da grande fotografa quale sono non riesco a riprendere la luce ed esclamo: "Wa, non si vede un cazzo!!". In una chiesa!! BENISSIMO!!
Ed è solo la prima figura di merda che azzecchiamo nel pantheon: la seconda la facciamo vicino alle tombe dei savoia!! Storiche come non mai ci lanciamo in una disquisizione sulla vita dei savoia… Ma non sapendo ovviamente che cosa stessimo dicendo!! Ma Vittorio emanuele II è morto o è vivo?? E se vittorio emanuele II è morto, questo mamuozzo in piedi che ci ritroviamo oggi che razza di Vittorio emanuele è?? A che numero stiamo??
Con questi dubbi amletici, lasciamo il pantheon, per andare alla nostra amata piazza navona (sempre dopo aver scimmiottato…)
Vabbè piazza navona la zompo perchè tanto già ve l’ho detto che non c’era manco mezza bancarella!!
 
Andiamo allora a piazza di Spagna, perchè due dive come noi devono fare "donna sotto le stelle" alle undici del mattino, con un sole che spacca le pietre!! Arriviamo a piazza di spagna e ci ritroviamo tutto il mondo seduto sulle scale… Ma noi non demordiamo: abbiamo detto che faremo donna sotto le stelle e lo facciamo!! O meglio, ci proviamo!! Ci facciamo spazio tra la gente e cominciamo a fare le pose… Prima Enza: cazzarola tutti nel momento in cui dovevo fare la foto ad Enza dovevano passare?!
Faccio la foto ad Enza e al magrebino…
Poi tocca a me!!
 
Dopo piazza di spagna ci dirigiamo al simbolo di Roma, il colosseo!! In metro facciamo un casino con le varie direzioni… Ma riusciamo a raggiungere la meta.
Ad Enza viene l’idea di entrare dentro il colosseo: una filona di gente enorme!!
Appena entrate ci sentiamo sopraffatte dalla aestosità del colosseo!! E’ bellissimo: non ci ero mai stata dentro!! E fortuna ha voluto che ci fosse ance una mostra su Eros… E quello che abbiamo visto… Vasi con raffigurati i simposi e i corteggiamenti, in cui i greci sono raffiguati mentre ripassano il kamasutra!!
Alla fine della visita andiamo al bar e lì stavamoper morire: in pratica, impavide come non mai, ci viene la brillante idea di attraversare la strada in curva, senza vedere se stesse arrivando qualcuno. Ovviamente a metà strada tornaimo indietro, perchè c’era un pulman che stava sfrecciando e se ci avesse preso in pieno avrebbe guadagnato come minimo un cento punti!! Decidiamo allora di attraversar esulle strisce pedonali, come tutti i comuni mortali.
Esauste ormai, tornaimo alla stazione. Erano le quattro, avevamo visitato tutti i posti che ci interessavano, se ci fosse stato un treno prima delle 18:50 lo avremmo preso. In effetti il treno c’era, ma lo abbiamo perso, perchè la tizia della biglietteria ha cominciato a raccontarci la storia dei treni, a partire da quando fu costruita la prima linea Napoli-Portici!! Vabbè fa nulla aspettiamo….
Nel frattempo alzo lo sguardo verso il tabellone degli orari e… Magia!! Vedo un treno alle 17:11. Quella scema della biglietteria mica ce lo aveva detto?! Andiamo al centro informazioni, ma neanche lei sapeva nulla. Uhmmm. Qui le cose sono due: o io ho le allucianzioni, o loro non sanno vedere gli orari dei treni!! Non avevo pensato alla terza possibilità: che stessi vedendo gli orari di arrivo dei treni!! Infatti era così!! Dopo un abbondante e ricco sorriso  (fatto da me ovviamente, per evitare che fossi linciata in pubblico), usicamo dal centro informazioni e cominciamo a vagare senza meta per la stazione di Roma Termini, tanto dovvamo aspettare acora 1 ora e 30 minuti!!
Andiamo in libreria, ci trasciniamo strisciando a terra, con i piedi che gridavano pietà e alla fine ce ne andiamo al bar!! Ed è lì che il mio fascino colpisce
Il barista non solo litiga col tizio che stava avanti a me, perchè a deta sua mi aveva scavalcata, ma mi da anche una bottiglia di acqua senza farmela pagare, perchè gli ero simpatica e scaccia via il tizio che ci chiedeva dei soldi…. WOW
Che gentleman!!
 
Finalmente si fa l’ora di andare a prendere sto benedetto treno!!
 
Binario 16!! Tutti i posti pienissimi… Ci facciamo tutto il treno due volte e finalemnte riusciamo a trovare posto, proprio nel vagone in cui c’è una ignora che disquisisce amorevolmente sulle tendenze sessuali di Gianni morandi e fiorello… Che amorevole signora!!
Vabbè alla fine la stanche zza ci sovrasta e cadiamo addormentate come due pere cotte!!
 
Resoconto della giornata: ASSOLUTAMENTE DA RIFARE!!
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Giornata a Roma

  1. enza ha detto:

    cara paola da tua compagna di viaggio in questa avventura devo dire che la descrizione della nostra "vacanza romana" è stata perfetta (a parte qualche piccollissima figura di merda omessa) ma una cosa m turba profondamente, ed è quando dici " il mio fascino colpisce  "……MA DOVE??? MA QUANDO??? MA A CHE ORA??? MA ADDO STA STU FASCIN…colpisce colpisce…SI sicuramente t colpisce….ma cn un colpo in testa!!!!hihihi cià brutta…………ENZA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...