e torna ancora

anche oggi la stessa sensazione. non so più, a questo punto, se è la mia sopita speranza che cerca di uscire dell’abisso in cui è sprofondata a causa del mio ostinato "raschiare il fondo" o se considerarla una vera e propria sensazione di un qualcosa che dovrà venire e cambiarmi la vita. ancora una volta. ancora uno stravolgimento. ancora un vortice da cui uscire chissà come e chissà dove. e ancora l’ansia dell’attesa. la troppa curiosità che non mi fa vivere appieno il mio presente. sempre proiettata al futuro, a quello che sarà, pronta a perdere il "qui e adesso" per il mio ignoto avvenire.
Dovrei placarmi un pò. placare quest’animo ribelle, che conta le ore e i giorni che mi separano dal domani, senza rendersi conto che il suo domani è adesso.. che è ora che lo sto costruendo.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...