Alba

Il mio cuore oppresso

con l’alba avverte

il dolore del suo amore

e il sogno delle lontananze.

La luce dell’Aurora porta

rimpianti a non finire

e tristezza senza occhi

del midollo dell’anima.

Il sepolcro della notte

distende il nero velo

per nascondere col giorno

l’immensa sommità stellata.

Che farò in questi campi

cogliendo nidi e rami,

circondato dall’Aurora

e con un’amica carica di notte!

Che farò se con le chiare luci

i tuoi occhi sono morti

e la mia carne non sentirà

il calore dei tuoi sguardi!

 

Perché per sempre ti ho perduto

in quella chiara sera?

Oggi il mio petto è arido

come una stella spenta.

 

Federico Garcia Lorca

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...